L’energia

L’energia è un bene prezioso di cui il Gruppo Autogrill vuole fare un uso responsabile. Le strutture commerciali aperte al pubblico implicano un uso considerevole di energia per alimentare l’illuminazione e tutte le apparecchiature tecnologiche presenti. Autogrill si impegna a far si che l’alto consumo energetico non si traduca mai in spreco e a tal fine, nei punti vendita vengono installati strumenti e impianti di ultima generazione. Avere strumenti innovativi significa eliminare gli sprechi, controllare le prestazioni energetiche e adottare manovre correttive per generare un ulteriore risparmio energetico. Per le attività di ristorazione diviene fondamentale il monitoraggio periodico dei consumi, unito alla possibilità di apportare cambiamenti alla struttura e agli impianti anche in relazione alla durata della concessione.

All’interno di alcune infrastrutture dove la gestione delle utility è in carico al concedente, come ad esempio negli aeroporti o nelle stazioni ferroviarie, esistono delle difficoltà nel reperire i dettagli dei consumi e dei costi delle utility che spesso sono parte integrante del contratto di concessione stipulato con il concedente. Si tratta di una precisazione importante perché riduce la leva di azione del Gruppo, ma negli ultimi anni questo scenario sta cambiando, lasciando spazio a un coinvolgimento sempre più attivo dei concedenti aeroportuali.

HmsHost all’interno dell’Aeroporto Internazionale di Los Angeles ha implementato equipment certificato Energy Star (refrigeratori, grill, ecc.).

Interessante anche l’innovazione dell’Energy Management system all’interno del nuovo Terminal Internazionale F in Atlanta (costruito nel 2012- 2013). Si tratta di un innovativo sistema di ventilazione per le cucine. Con questo sistema integrato, le ventole modulano automaticamente in base alla temperatura nello scarico per risparmiare energia. Questo nuovo sistema fa una distinzione tra i momenti di preparazione del cibo, i tempi di funzionamento a vuoto e quelli di picco. Durante i tempi tranquilli, la velocità delle ventole rallenta e l’alimentazione dell’aria si spegne riducendo i costi operativi.

Nei Paesi Bassi sono fatti numerosi sforzi per apportare alcuni miglioramenti, soprattutto sul tema riduzione del consumo di energia, e sono stati raggiunti buoni risultati: negli ultimi anni sono stati installati contatori intelligenti di energia elettrica in tutti i punti vendita e analoghi strumenti per il gas.

Negli ultimi anni il Gruppo Autogrill si è impegnato soprattutto nella realizzazione di strutture commerciali dotate di strumenti d’avanguardia per il controllo e la gestione degli sprechi. L’approccio è stato molteplice e trasversale: dalla modifica delle temperature di set point, alla prevenzione dei guasti sfruttando gli allarmi tecnologici; dalla formazione del personale della rete durante le visite di controllo all’analisi settimanale dei consumi per controllare l’efficacia delle azioni a breve; dalla contabilizzazione dei consumi per verificare anomalie gestionali alla segnalazione tempestiva di guasti che potrebbero pesare sull’andamento dei consumi.

In Italia, nel 2013 rispetto al 2012, si è assistito a una riduzione dei consumi energetici dei locali comparabili6 del 3,74% (pari a 4,94 GWh).

Come per la gestione degli altri aspetti del business (dalle risorse umane, allo sviluppo dell’offerta, alla concettualizzazione di nuovi servizi) anche per gli aspetti di engineering e acquisti tecnici la condivisione delle best practice tra i diversi paesi all’interno del Gruppo gioca un ruolo fondamentale. Ad esempio, l’utilizzo di tecnologia LED all’interno dei nuovi punti vendita si sta diffondendo in tutti i principali paesi del Gruppo. Inoltre, in Spagna, a seguito di quanto già fatto in Italia, all’interno dei punti vendita che vengono ristrutturati sono inserite le piastre High-Speed Panini Grills. Questa soluzione, realizzata in partnership con Electrolux, utilizza tre tecnologie diverse combinate in un unico apparecchio (piastra a contatto, infrarossi, microonde), impiega 30 secondi a scaldare un panino al posto dei 2 minuti delle piastre tradizionali e consuma soltanto 0,5 kW/ora, la metà di quelle precedenti.

Tale tecnologia ha inoltre portato a un aumento della tutela della sicurezza dei collaboratori.

Sempre in Spagna, si sta sperimentando l’utilizzo della domotica per controllare i sistemi di illuminazione, riscaldamento, aria condizionata e le attrezzature di produzione: l’installazione di un sistema di prova in alcuni punti vendita ha portato buoni risultati di risparmio energetico.

Inoltre, in tutti i paesi europei dopo un primo test iniziale che ha riscontrato successo nei confronti dei consumatori, è stato deciso di sostituire i refrigeratori aperti con refrigeratori dotati di porte scorrevoli: anche questa piccola azione permetterà di ridurre i consumi energetici dei punti vendita.

Afuture Roadmap (2012-2015)

Energia