La cultura della qualità e della salute

Il Gruppo Autogrill negli ultimi anni si è sempre di più concentrato su attività finalizzate a promuovere stili di vita sani ed equilibrati anche grazie a un’attenta alimentazione.

HMSHost monitora costantemente i nuovi trend alimentari grazie al supporto di varie organizzazioni e sviluppa nuovi menù basati sui risultati. In riferimento alla tendenza a ricercare alimenti particolarmente salutari da parte dei consumatori, HMSHost continua ad ampliare la sua selezione di prodotti freschi e vegetariani, con minori contenuti di grassi e calorie, e menù combinati, ad esempio, con insalate e in generale contorni di verdure. Il punto focale è l’ampliamento dell’offerta in generale, poiché “salutare” può avere un significato diverso per ogni persona e il consumatore è in grado di scegliere l’opzione migliore per sé, una volta che ha davanti diverse possibilità.

Inoltre, in conformità alle regolamentazioni federali emanate dal US Department of Agricolture e dalla US Food and Drug Administration, i menù contengono le indicazioni sul contenuto nutrizionale e calorico dei vari alimenti. L’inserimento di una figura in sede dedicata all’informativa riguardante la catena di fornitura ha dato un significativo segnale verso la standardizzazione degli ingredienti usati sui punti vendita e una ulteriore garanzia ai consumatori circa le caratteristiche specifiche degli ingredienti (in particolare riguardanti possibili intolleranze o allergie).

Anche in Europa l’attenzione per una corretta alimentazione è alta e le soluzioni offerte sono molteplici. Sono, per esempio, disponibili ampie scelte di verdura e frutta all’interno di molti concept e varietà di pane con cereali integrali nei concept che offrono prodotti da forno e panini. In Olanda è stato ridotto il contenuto di sale nei prodotti, in Svizzera il concept “Greens”, realizzato in collaborazione con l’associazione elvetica BioSuisse, offre cibo biologico pensato per chi osserva un regime alimentare a basso contenuto di grassi e sale.

Inoltre, in Francia tutti i messaggi pubblicitari diretti ai consumatori contengono un’informazione che suggerisce uno stile di vita sano ed equilibrato (ad esempio consigliando di consumare 5 porzioni di frutta/verdura al giorno, o di praticare attività fisica regolare), collegato al “Programme National Nutrition Santé”. In Spagna, nel corso del 2013, è stata lanciata la campagna di comunicazione “3S” Sabroso, Saludable, Sostenible (gustoso, sano, sostenibile) che illustra le tre caratteristiche degli ingredienti base dei piatti della cucina spagnola (riso, insalata, pollo, ecc), sempre in un’ottica di maggiore informativa al cliente.

Anche ai più piccoli il Gruppo riserva una particolare attenzione per l’alimentazione. Per loro Autogrill ha ideato menù, disponibili in tutti i ristoranti Ciao, Spizzico e Burger King, ritagliati sulle loro specifiche esigenze nutrizionali (per esempio, offrendo porzioni ridotte, proponendo yogurt e composta di frutta in alternativa al gelato nei menù).

In alcuni paesi europei, in particolare Italia, Belgio, Olanda e Spagna, sono stati inseriti menù per soddisfare le necessità delle persone affette da celiachia. L’attenzione è stata scrupolosa e ha portato alla creazione di aree di cottura dedicate per evitare la contaminazione degli alimenti senza glutine durante le fasi di preparazione. HMSHost, oltre ad aver ampliato la sua offerta di prodotti senza glutine, organizza corsi di formazione relativi alla cottura e preparazione di alimenti “gluten–free”.

Il Gruppo non ha dimenticato nemmeno le esigenze di chi per una scelta etica si astiene dal mangiare carne o altri alimenti di origine animale. Per vegetariani e vegani Autogrill Italia aggiorna periodicamente una lista di ricette, approvate e certificate dall’Associazione Vegetariana Italiana, disponibili all’interno di tutti Ristoranti Ciao e identificabili con il logo dell’associazione.

Inoltre, è costante l’attenzione per le differenze religiose a maggior ragione quando queste incidono sulle scelte alimentari. Autogrill ha creato, in molti paesi, un’offerta di menù in grado di rispondere alle esigenze dei consumatori appartenenti a diverse religioni, come per esempio per le persone di fede islamica (cibo halal).

I trend di consumo ritraggono un consumatore che chiede di poter conoscere, soprattutto nei luoghi del viaggio, l’identità culturale del territorio attraverso il suo patrimonio gastronomico. Il Gruppo sta da anni lavorando per essere vetrina del territorio che lo circonda. Autogrill Italia riconosce un ruolo da protagonista alle produzioni certificate e alle tipicità locali inserendo nella sua offerta panini a marchio DOC (Denominazione di Origine Controllata), DOP (Denominazione di Origine Protetta), IGP (Indicazione Geografica Protetta), DOCG (Denominazione di Origine Controllata e Garantita), ma anche specialità regionali. L’area market nei punti vendita, dedicata alla rivendita dei prodotti alimentari e non solo, e in particolare l’angolo della “Bottegaccia”, diventa una vera e propria vetrina per far conoscere ai viaggiatori le produzioni locali.

Anche in Francia Autogrill propone ai viaggiatori di scoprire e riscoprire i prodotti del territorio e della tradizione culinaria sia tramite ricette presenti nei ristoranti, sia tramite prodotti da asporto (a tal proposito, le “boutique” più celebri sono “La boutique du nougat de Montélimar” e “La Maison de la Bourgogne”).

Negli Stati Uniti molti aeroporti hanno richiesto specificatamente lo sviluppo e l’inserimento di concetti locali con un’offerta regionale. Alcuni esempi sono “Blue Burrito” a Phoenix che offre cibi e bevande molto noti nel sud-ovest, oppure l’aeroporto di Anchorage in Alaska che viene rifornito di pesce fresco da una cooperativa locale di pescherie.

Progetto “Territorio Piacenza”

Da maggio 2012 fino al 2015, sei punti vendita Autogrill sono stati trasformati in “avamposti” del territorio piacentino lungo le due principali direttrici autostradali che attraversano la provincia.

Sotto il brand “Territorio Piacenza”, creato da Autogrill Italia per l’occasione, il Bar Snack, il ristorante Ciao, il corner della pizza Spizzico e l’area Market (l’area all’interno dei locali destinata alla rivendita dei prodotti alimentari e non solo) offrono agli oltre 4,5 milioni di clienti italiani e internazionali che ogni anno transitano per questi locali circa un centinaio tra ricette e prodotti tipici locali.Autogrill ha sviluppato un menù che propone piatti tipici della tradizione ma, nel contempo, ha elaborato un ventaglio di ricette innovative basate su ingredienti tipici locali. Ritrovando poi buona parte degli ingredienti al Market, la clientela potrà oltre che degustare le eccellenze del piacentino, acquistarle per portarle a casa o in viaggio con sé. Per comporre questo menu, Autogrill, in collaborazione con il Consorzio Piacenza Alimentare (75 aziende aderenti, prodotti tipici garantiti e filiera corta), ha scelto più di 20 fornitori locali di prodotti gastronomici di alta qualità e con elevati standard produttivi.

L'identità culturale del territorio passa attraverso il suo patrimonio gastronomico 

La tradizione dell’Alto Adige

Il nuovo punto vendita Brennero, al confine con l’Austria, è collocato in una struttura a carattere museale.
All’interno del locale l’offerta nazionale si affianca a una serie di proposte legate alla territorialità e alla tipicità della cucina locale.
Al ristorante con servizio al tavolo, per una pausa comoda e tranquilla, vengono proposti piatti tipici del Trentino Alto Adige, come canederli, spatzle, formaggi e salumi locali certificati, così come diversi tipi di pane (pane di segale, pane con semi di girasole) da accompagnare con del succo di mela.
Anche al bar, per chi invece preferisce ottimizzare il tempo della sosta, si possono gustare prodotti locali come i panini allo speck IGP e i panini allo Stelvio (formaggio DOP), strudel e linzer torte.
Volendo dare la possibilità di comprare i prodotti assaggiati punto vendita, per poi poterli riproporre a casa, nel market si trovano canederli, spatzle, speck e salumi locali.

Chefs en Provence 

Ogni anno, le città scelte dall’Unione Europea come capitali europee della cultura devono fornire prova della ricchezza e della diversità delle culture europee. Il coinvolgimento di Autogrill come project partner al programma “Marseille Provence 2013 Capitale della cultura europea” ha portato allo sviluppo di diverse iniziative, tra cui la proposta di ricette di cucina mediterranea sviluppate ad hoc da chef stellati Michelin che si alternano ogni tre mesi presso il ristorante dell’Aeroporto di Marsiglia.
È anche stato sviluppato appositamente un concorso all'interno dell'aeroporto per la vicinta di vari premi sempre legati al programma: un corso di cucina gourmet, i biglietti di ingresso a vari eventi e spettacoli.