Le partnership con i top brand

I brand partner per Autogrill sono alla base della diversificazione dell’offerta e della soddisfazione del desiderio di un’ampia possibilità di scelta da parte dei consumatori.

“La nostra partnership è basata su fiducia e innovazione: Autogrill accoglie i nuovi concetti e ci sfida a innovare, portando avanti le nuove idee. Questo significa che il valore della partnership è più alto della somma delle sue parti.”
Cliff Burrows, Group President Starbucks Americas, Emea and Teavana 

Ormai consolidata, per esempio, la collaborazione tra il Gruppo e Starbucks Coffee Company, avviata oltre 20 anni fa negli Stati Uniti che si è arricchita nell’ultimo anno anche di nuove attività in Europa. Nel 2013 Autogrill ha aperto un nuovo Starbucks all’interno del ristorante aziendale di Telefonica a Madrid, quattro nuovi Starbucks in Francia (presso le stazioni ferroviarie Lyon Part-Dieu e Paris Gare de L’Est (2 punti vendita) e sulle autostrade presso il punto vendita Brou), in Belgio nella stazione di Namur e ad Anversa Groenplaats. A inizio 2014, inoltre, è stato aperto un nuovo Starbucks all’interno della metropolitana di Bruxelles e due nuove aperture sono pianificate entro l’estate.

Nel 2013 Autogrill ha inaugurato il primo Burger King sulle autostrade francesi (a Reims), così come in Svizzera all’interno del punto vendita di Pratteln e, in seguito, a Lavaux e in Polonia. In Francia, dopo il successo riscosso da Burger King all’interno dell’aeroporto di Marsiglia, nel 2013 si è celebrato il ritorno del marchio a Parigi dopo una lunga assenza, con l’inaugurazione all’interno della stazione di St. Lazare: il nuovo punto vendita ha aperto al pubblico lunedì 16 dicembre, con una lunga fila di fan davanti all’ingresso.

Nuove opportunità si sono dischiuse in seguito agli accordi con Eataly, che prevedono l’ingresso del marchio sul canale autostradale nel corso del 2014, e con l’Università degli Studi di Scienze Gastronomiche di Pollenzo, con la quale è stato realizzato il nuovo concept Bistrot.

Il Bistrot recupera gusti autentici di territori limitrofi e non, il concetto di stagionalità, naturalità, piatti tipici, ricette storiche regionali e le tradizionali pratiche di lavorazione artigianale. Si lega a prodotti enogastronomici locali, valorizzando le risorse territoriali, tramite sinergie con i produttori lombardi, recuperando in questo modo la memoria del patrimonio materiale e immateriale. Inoltre Bistrot stimola, con la sua funzione di sosta e ristoro, un nuovo ruolo socializzante.

"Autogrill è un partner strategico con cui l'Università collabora per l'ideazione di progetti che incorporano una nuova visione della ristorazione in viaggio legata alla qualità sostenibile."
Carlo Petrini Presidente dell’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo 

Bistrot Milano Centrale
Il primo punto vendita Bistrot è stato inaugurato a metà 2013 a Milano, in una location storica (la ex sala d’aspetto di terza classe della Stazione Centrale), conserva alcuni decori originali e offre angoli lettura, momenti di condivisione culturale, eventi culinari con chef, food blogger, sommelier e produttori locali, rendendo il consumatore attivo e protagonista, offrendo le informazioni gastronomiche, nutrizionali e territoriali contestuali al consumo di cibo. L’obiettivo è di proporre un luogo sostenibile, con particolare attenzione al rispetto dell’ambiente naturale, alla cultura e all’economia del territorio, anche attraverso l’uso di materiali di arredo naturali (come, per esempio, poltrone originali primi Novecento, rivestite con tele ricavate da vecchi sacchi di juta, un tempo utilizzati per il trasporto di farine e caffè); l’utilizzo di superfici in parquet provenienti dallo smantellamento di antiche abitazioni; un largo impiego di legno cotto proveniente da piantagioni a rimboschimento controllato; ecc. Nella prospettiva di limitare gli sprechi e di favorire pratiche virtuose viene anche offerta l’”acqua del sindaco”, erogata gratuitamente da un rubinetto a libero servizio).
L’offerta "food" in particolare comprende pane e pizza fatti in loco con lievito madre, pasta fatta in casa con uova e farina locali, birra biologica, vino da fornitori locali, verdure fresche, uno “Street Food Corner” con ricette regionali, succhi e smoothies freschi con frutta e verdura di stagione.
All’area di ristorazione è abbinato anche un’area market e l’offerta di servizi studiati ad hoc per la tipologia di location: rete Wi-Fi accessibile gratuitamente, 10 iPad per la libera consultazione, schermi con l’orario dei treni in tempo reale oltre a prese di corrente per la ricarica di pc e telefoni cellulari. Ma anche una selezione di libri, guide eno-gastronomiche e riviste da leggere comodamente seduti nelle aree lounge del l locale.

Il concetto di Bistrot, a seguito del grande successo ottenuto, verrà diffuso nel corso del 2014 ad altri Paesi. La prima apertura internazionale è prevista all’interno dell’aeroporto di Düsseldorf in Germania, dove verrà sviluppata un’offerta mediterranea ma sempre con la stessa attenzione alle tradizioni locali (verrà ad esempio installata una griglia per la carne, al posto del tavolo per la lavorazione della pasta fatta in casa) e alle materie prime a km zero.

“Essere leader nell’ospitalità e nell’innovazione rende Autogrill un player di riferimento per il settore. Insieme sviluppiamo attraverso l’offerta una sperimentazione continua.” Maarten De Groof , CCO–Amsterdam Airport Schiphol, Olanda