Spazio Fucina e il Culinary Council

L’impegno del Gruppo Autogrill nella sperimentazione e nella ricerca alimentare è da sempre un fattore prioritario. Le cucine sperimentali del Gruppo – in America, Italia, Spagna e Svizzera - sono luoghi in cui gli chef Autogrill possono sviluppare nuove ricette con un’ampia scelta di prodotti di qualità e nel totale rispetto dei principi dietetici e salutistici.

In Italia Spazio Fucina è un vero e proprio laboratorio di ricerca dove chef interni all’azienda, nonché ospiti di fama nazionale e internazionale, testano ingredienti, sviluppano idee, ricette e concept gastronomici traducendo gli input derivanti dai trend alimentari emergenti, dall’evoluzione degli standard nutrizionali e delle tecnologie alimentari, in prodotti che arricchiscono l’offerta di ristorazione nei punti vendita del Gruppo.

Spazio Fucina AutogrillAd esempio, negli ultimi anni in Italia, per quanto riguarda la frittura, tecnologia di cottura tradizionale nel Paese, si è abbandonato l’olio di palma per passare all’utilizzo dell’olio di girasole altoleico, il cui controllo è particolarmente strutturato e standardizzato, tramite una tecnologia digitale. Lo studio e la decisione presa a proposito ha tenuto conto di tutti i benefici che sarebbero derivati da questo cambiamento, dagli aspetti di food safety alla sostenibilità della catena di fornitura.

La cucina sperimentale, luogo simbolo dell’approccio innovativo che caratterizza Autogrill, è anche lo spazio in cui vengono testate le nuove tecnologie per i processi di preparazione e somministrazione dei prodotti, come per esempio ridurre il consumo di energia elettrica mantenendo intatte le caratteristiche organolettiche degli alimenti.

Tra gli output di Cross.In l’avvio del Culinary Council, un programma internazionale di innovazione culinaria organizzato in collaborazione con Identità Golose. Tramite questo programma Autogrill intende sviluppare l’offerta food del proprio network di punti vendita, sia in Italia che all’estero, avvalendosi della collaborazione di esperti sociologi dei consumi e di figure riconosciute nel settore della ristorazione (da chef di fama mondiale, a nutrizionisti) per avere un contributo scientifico allo sviluppo di menù bilanciati.

Da sempre il confronto e la cooperazione con chef e istituzioni gastronomiche costituiscono per il Gruppo un’opportunità per approfondire i nuovi trend alimentari e cogliere spunti di innovazione con l’obiettivo di accrescere il livello di eccellenza della food experience nei canali del viaggio.

Negli Stati Uniti, Autogrill collabora da diversi anni con il Culinary Institute of America (CIA), una delle più rinomate università culinarie al mondo, nell’ambito del programma “Education, Menu Development and Training”, che include un servizio di consulenza e formazione per lo sviluppo di nuovi menù e ricette nei locali della rete nordamericana.

Inoltre, sempre negli USA, sono state sviluppate attività di partnership con 6 celebrity chef (Lorena Garcia, Rick Bayless,Todd English, Wolfgang Puck, Kathy Casey e David Burke) per inserire all’interno dei più importanti aeroporti statunitensi ristoranti con insegne e menù firmati dai noti chef gourmet.